Archive for novembre, 2018

Ethereum (ETH) – Analisi del corso KW15 – Fuga dal canale di discesa

by admin .

Questa settimana il prezzo dell’etereo è aumentato dell’8%. La resistenza descritta dalla EMA50 è stata finalmente rotta un mese fa. Questa svolta e il rimbalzo su un importante sostegno a lungo termine porta ad una valutazione benevola dell’andamento dei prezzi dopo il canale discendente.

Il prezzo de Bitcoin evolution è leggermente aumentato questa settimana

Dal 6 aprile, il prezzo del Bitcoin evolution ha registrato un timido trend al rialzo, che nel frattempo lo ha innalzato al di sopra della media mobile esponenziale EMA50 e ha portato ad un test dell’EMA100.
Nel complesso, il corso è rialzista: https://www.onlinebetrug.net/it/bitcoin-evolution/ Il prezzo del titolo sta attualmente combattendo contro una leggera resistenza a 339,56 euro. Il supporto è descritto dalla EMA50 ed è di 325,33 Euro.

Attraverso la piattaforma Crowdinvesting Zinsland potete integrare il vostro portafoglio: investite in un progetto di vostra scelta e assicuratevi un rendimento fino al 7% con scadenze tra i 10 e i 30 mesi. Questo mese riceverai anche un bonus di 100€* per il tuo investimento iniziale.

Che sa come accontentare un po’: Dopo che Ethereum era sceso quasi costantemente in un canale in discesa per diverse settimane, il prezzo ha ora recuperato un po ‘e sta attualmente cercando di sfidare il mercato orso. Il prezzo delle azioni è leggermente aumentato nell’ultima settimana, riuscendo così a superare il canale discendente che esisteva da un mese. In questo aumento, la media mobile esponenziale è stata superata per la prima volta in un mese. Il prezzo sta attualmente testando la resistenza descritta dai massimi del 3 e 9 aprile.

Il MACD (secondo pannello dall’alto) è positivo e in aumento. La linea MACD (blu) è sopra il segnale (arancione).

L’RSI è a 62 anni ed è rialzista

Nel complesso, la situazione deve essere valutata al rialzo in base al prezzo, alla tendenza e agli indicatori. La prospettiva a lungo termine. Anche a lungo termine, c’è un piccolo motivo di speranza:

Si può vedere che il corso è stato testato sul supporto a lungo termine, che è descritto dai minimi di metà maggio, luglio e settembre dello scorso anno, ma il corso è attualmente rimbalzando su di esso. Un MACD negativo ma in aumento e un RSI che esce dall’ipervenduto sostengono il sentimento rialzista di cui sopra.

Supporto e resistenza
Il primo supporto è di 325,33 euro ed è descritto dalla media mobile esponenziale EMA50. Un altro importante livello di supporto è definito dal minimo settimanale di 297,04 Euro.

La prima resistenza è definita dall’altopiano attuale ed è di 339,56 euro. Se il prezzo dovesse superare questo livello, ulteriori resistenze sarebbero descritte dall’EMA100 a 346,99 Euro e dal 38,2% Fib Retracement Level per quanto riguarda lo sviluppo tra il 21 e il 30 marzo a 365,20 Euro.

Punti di ingresso, stop loss e obiettivi
Un approccio sarebbe quello di entrare in una posizione lunga con uno stop loss al primo supporto e un obiettivo al livello di ritracciamento della fibra del 38,2%. Il cauto può aspettare di vedere se la prima resistenza a 339,56 euro sarà superata.

Se il percorso rimbalza al di fuori del livello di supporto, è necessario monitorare se il percorso può prendere su uno dei due livelli di supporto. Questi sarebbero quindi possibili buoni punti d’ingresso.

Perché Apple Pay è una minaccia per Bitcoin

by admin .

Apple PayApple Pay non è ancora sul mercato e potrebbe aver già vinto la battaglia contro Bitcoin. Proprio come la moneta digitale, Apple Pay è un sistema di pagamento, che le persone possono utilizzare più di Bitcoin.

Cupertino ha fatto in modo che ciò avvenisse e si è concentrato su tre aree chiave: Esperienza di front-end, istituzioni finanziarie e commercianti.

Che cosa farà la Commnity of Bitcoin code?

La Santissima Trinità della mela Apple ha l’esperienza del cliente dalla sua parte: https://www.onlinebetrug.net/it/bitcoin-code/. Con il nuovo iPhone, il nuovo sistema di pagamento verrà implementato e con Apple Watch, Apple ha attirato un incomparabile interesse mediatico. Solo il primo fine settimana, 10 milioni di iPhone 6 sono stati venduti. L’orologio vende anche in massa. Naturalmente non tutti gli utenti faranno anche uso di Apple Pay, ma alcuni lo useranno con grande certezza e di gran lunga non così tante persone possiedono Bitcoin code.

Poi ci sono i commercianti. Molto prima che Apple annunciasse il sistema di pagamento, l’azienda aveva già firmato contratti con note aziende. Aziende come Whole Foods, Bloomingdeals, Staple, Walgreens e Subway hanno già firmato.

Ma Apple ha anche aspettato il momento giusto per introdurre Apple Pay: i sistemi POS (Point of Sales) richiedono Near Field Cummunication (NFC) e i sistemi che supportano questa tecnologia possono essere molto costosi. Molte aziende dovranno comunque aggiornare i loro sistemi entro la scadenza del prossimo ottobre. Le aziende americane dovranno quindi mettere a punto la tecnologia di chip e pin, già supportata come elemento di sicurezza dalla maggior parte dei principali fornitori di carte di credito. Se le aziende non hanno aggiornato i loro sistemi alla scadenza di cui sopra, possono essere ritenuti responsabili per l’uso improprio della carta. Finora i fornitori di carte di credito sono ancora responsabili. Se le aziende devono comunque fare un aggiornamento, l’installazione simultanea di un sistema NFC sarà sicuramente più economica.

Sul piano finanziario, Apple ha già assicurato Visa, MasterCard e Amex.

Inoltre, poiché Apple utilizza gettoni e un numero dinamico del tempo, nessuna parte della carta di credito viene trasmessa al commerciante. Questa caratteristica promette al cliente un elevato grado di sicurezza.

I pollici in su per la sicurezza

Poi c’è naturalmente il sistema iTouch biometrico necessario per identificare l’utente. iTouch ha anche le sue critiche, ma è molto meglio della precedente procedura che verifica l’utente tramite una firma. La maggior parte dei dipendenti non si assicura nemmeno che la firma sia identica. Anche l’obsoleta procedura del PIN, che può essere facilmente spiata, non può più competere con la procedura iTouch.

Nuovi trucchi, ma sempre lo stesso vecchio cane
Tutta la tecnologia suonerà musica per le orecchie di banche, commercianti e processori di pagamento. Ma per la comunità Bitcoin è più uno schiaffo in faccia.

Per cominciare, la partnership di Apple con le banche e gli istituti di pagamento tiene sotto controllo il sistema già esistente. L’unica cosa che cambia nel canale di pagamento.

Apple Pay è quindi ancora una spina nel fianco della missione Bitcoin, portando con sé il controllo finanziario centrale.

“Se l’industria dei Bitcoin vuole affrontare Apple Pay, deve reinventarsi”.

In secondo luogo, Apple batte Pay Bitcoin con l’esperienza utente. L’intero ecosistema è molto facile da usare e focalizzato sul cliente finale.

L’azienda ha trascorso anni a costruire un design perfetto e un enorme seguito che non ha eguali nel settore tecnologico.

La gente capisce gli Apple Phones e grazie al team di Jony Ive capirà rapidamente l’Apple Watch. Inoltre, hanno a lungo per l’attrezzatura.

Bitcoin, d’altra parte, continua a lottare per l’accettazione del mainstream. Nonostante le buone notizie da PayPal, Circle e Stripe, il concetto è ancora incomprensibile per molti.

Bitcoin è per natura un movimento di base. Bitcoin non gode di un’organizzazione top-down come Apple. A causa delle numerose implementazioni, il design, l’esperienza utente e la sicurezza sono contraddittori, rendendo difficile per il mainstream comprendere Bitcoin.

Sarà una lotta dura.
Apple Pay avrà probabilmente successo in quanto attira persone in massa, indipendentemente dal controllo che devono rinunciare e dai vantaggi che Bitcoin offre. La storia ha dimostrato più volte che il controllo viene scambiato per comodità. Se avete qualche dubbio, si dovrebbe solo ottenere un B